Fantascienza: i viaggi nel tempo

Venerdì, 18 Gennaio, 2019 - 21:00

L’apertura degli Incontri del venerdì, il 18 gennaio, è affidata a Giuseppe Botturi che parlerà come sempre di letteratura, in questo caso di una letteratura spesso giudicata minore: la fantascienza. Titolo dell’incontro Fantascienza: i viaggi nel tempo, un tema tipico di questa produzione letteraria.

Molti hanno scritto dei viaggi nel tempo, scrittori insospettabili come Dickens (A Christmas Carol, 1843), Mark Twain (A Connecticut Yankee in King Arthur's Court, 1889), Salgari (Le meraviglie del Duemila, 1907), o Daphne du Maurier (The House on the Strand, 1969). Ma è la Fantascienza che ha sviluppato questo espediente narrativo per poter esplorare le idee di cambiamento e le reazioni ad esse, per esplorare universi paralleli dove alcuni piccoli eventi avvengono, o non avvengono, ma causano massicci cambiamenti nel futuro. Saranno citati alcuni esempi con l’aiuto dei tanti film che sono stati prodotti sul tema. Quindi, ancora una volta vedremo come la fantascienza, portandoci in giro nel tempo, è un efficace modo per riflettere soprattutto sul nostro presente.

Una serata di grande suggestione, promette G. Botturi,  più ricca d’immagini che di parole.